Quando è che ti accorgi che il tuo prodotto è diventato un Marchio da Amare?

Te ne accorgi d’improvviso, senza alcun preavviso.

Qualche avvisaglia magari l’hai percepita, ma non gli hai dato troppo peso: il sorriso di chi t’incontra, l’attenzione per i tuoi prossimi progetti, una sempre più marcata curiosità da soddisfare.

E poi arriva l’onda: vieni sommerso da dimostrazioni d’affetto, suggerimenti, critiche per farti migliorare.

I complimenti di chi si sente un pò partecipe anche lui del tuo successo.

E ti accorgi d’improvviso che sei diventato, senza aver pianificato niente, un Marchio da Amare.

E allora rifletti sul concetto che “i mercati sono conversazioni“, dove – citando uno dei grandi personaggi di questo BTO – il marketing, anche quello non convenzionale, è bene che ne stia alla larga.

Proprio così, del BTO – Buy Tourism Online mi resta soprattutto questo: occhio alle forzature, state sul vostro prodotto, interpretate cosa cercano i vostri clienti, anticipatene i bisogni, conversate con loro, ma non forzate la mano.

Tanto tutto torna sempre al punto di partenza: è la qualità che paga, forse un concetto di qualità diverso rispetto ai benchmark del passato, dove al centro c’è più il software che l’hardware, la capacità di relazionarsi, di connettersi, ma sempre qualità è.

BTO- Buy Tourism OnlineMamma mia cosa è stato il BTO – Buy Tourism Online.

Alla Stazione Leopolda, a Firenze due giornate incredibili con il 2.0 e più in particolare il Travel 2.0 al centro di tutto.

E intorno, mondi lontani e vicini, problemi da risolvere e opportunità da cogliere.

E poi contaminazioni tra esperienze diverse: tutti connessi, tutti sulla stessa onda, dal proprietario del Bed and Breakfast, al Blogger, passando per il manager della catena alberghiera, fino a Morris Sim che veniva da Taipei.

Tutti nella sessa onda formativa/informativa, tra discussioni tra i grandi player del Turismo 2.0, FREE Training Session del proprio fornitore di servizi, all’amico che saluti per nome e lo abbracci, al relatore che parla in americano e non ci capisci niente.

Tutti contaminati in un unico luogo, per due giorni che sono ormai diventai un appuntamento, una experience irrinunciabile.

E ancora, di questo bailamme cosa mi ha colpito di più?

Intanto, l’essermi accorto che alla fine non ero stato mai così stanco in vita mia e al tempo stesso che non ero mai stato così felice (salvo tutte le sere a casa quando ritrovo la mia famiglia……)

E poi?

E poi, lui.

Paolo Iabichino Questo tipo che fa la boccaccia al fotografo (io, in questo caso) si chiama Paolo Iabichino ed è stata la più clamorosa contaminazione al BTO – Buy Tourism Online.

Veniva da un mondo lontano alla maggior parte dei partecipanti al nostro evento, quello della creatività, della pubblicità, dove è uno dei leader con il suo ruolo ruolo di Creative Director di una delle agenzie più importanti, OgilyOne.

Proprio dalla sua capacità di contaminare e soprattutto di farsi contaminare, Paolo ha riscosso il più clamoroso dei successi: il riuscire a farsi capire, a creare una relazione con il nostro pubblico, trasmettendo concetti molto, molto chiari.

Lo ha fatto parlando di etica, di un nuovo patto fra prodotto e consumatore, perfettamente applicabile anche all’intera filiera turistico-ricettiva.

Lo ha fatto parlando con concetti comprensibili a tutti di Inverstising: ha ricevuto il più caloroso e spontaneo applauso in Main Hall di Stazione Leopolda quando ha parlato di sorrisi e dei 600 euro al mese di paghetta di chi deve ANCHE sorridere alla concierge di un hotel (Rewind in Livestream, DAY TWO part 1).

Ha fatto impazzire Bloggers e Evangelist 2.0 e ha prodotto la strana sensazione di essere dei privilegiati a chi, come me, ha avuto l’occasione di stare per un pò con lui sull’onda del BTO – Buy Tourism Online.

Ora Paolo torna alle sue iniziative, ma sono sicuro che si porterà a casa una valigia piena di soddisfazioni, preparata con affetto da un pubblico forse diverso da quello a cui è abituato, ma non per questo non capace di apprezzarlo nei suoi contributi.

Lo aspettiamo presto in libreria, sta per arrivare il suo nuovo libro.

BTO su Facebook I racconti di BTO – Buy Tourism Online proseguono su FACEBOOK

Buona onda a tutti

Robert Piattelli, Aperion.it, il Blog!

robert.piattelli@aperion.it


Profilo Facebook di Robert Piattelli